Tribune alberate, gradoni, tubi di ferro: gli stadi del Cagliari

Avvertenza: qui non si intende affrontare nella sua interezza il discorso “stadio nuovo del Cagliari”. L’argomento è potenzialmente infinito, il discorso porterebbe molto lontano. Preferiamo segnalare, in calce al post, alcuni link per chi volesse approfondire.

Foto di Lucia Cossu, testo di @j0hngr4dy.

foto Ingresso Amsicora

Amsicora: Ingresso

foto Vecchia Tribuna

Amsicora: Vecchia tribuna

foto Tribuna Alberata

Amsicora: Tribuna alberata

Lo Stadio Amsicora è “lo stadio dello scudetto” del Cagliari. In realtà è lo stadio “degli scudetti” perché è gestito dalla Società Ginnastica Amsicora e su quel prato, ora sintetico, i ragazzi e le ragazze dell’hockey su prato hanno vinto una ventina di campionati italiani.

Della struttura originaria rimane solo la tribuna verde, visibile sulla destra dall’ingresso: oggi è inagibile. Non si può toccare perché sottoposta a vincolo: qualsiasi progetto di riqualificazione dello stadio dovrà fare i conti con la parte vecchia della struttura.

Lungo il perimetro si vedono le cime degli alberi. Il custode che ci accompagna li indica e dice: “Quella è la Tribuna Alberata, la domenica la gente si arrampicava sugli alberi per vedere la partita e c’erano i poliziotti a cavallo che li facevano scendere coi bastoni”.

 

foto Panoramica Sant'Elia

Sant’Elia: Panoramica

foto Ingresso Curva Sud

Sant’Elia: Ingresso Curva Sud

foto Interno Partita 2011

Sant’Elia: Interno partita 2011

Lo Stadio Sant’Elia è il regalo che la città fece ai Campioni d’Italia. Vista da fuori la struttura ha ancora un certo fascino. Sembra uno stadio vero. Restaurato per Italia ’90, quando la città ospitò le gare dell’Inghilterra, ha subito l’ultima modifica nel 2002.

Tre tribune Dalmine sono state inserite tra il terreno di gioco e i vecchi spalti, trasformando il Sant’Elia in uno stadio per tre quarti all’inglese, lasciando intatta la tribuna centrale coperta.

A metà del 2012 iniziarono i problemi. Prima furono dichiarati inagibili il settore Distinti e la Curva Sud, con gli abbonati costretti a prendere posto chi in Tribuna Centrale chi in Tribuna Laterale, poi la Cagliari Calcio S.p.A. prese la decisione di far disputare allo stadio Stadio Nereo Rocco di Trieste le ultime quattro gare casalinghe.

I prossimi tre anni vedranno il Cagliari spostarsi nell’hinterland.

 

foto Panoramica Is Arenas

Is Arenas: Panoramica

foto Cantiere Mainstand

Is Arenas: Cantiere mainstand

foto Cantiere Nord

Is Arenas: Cantiere Nord

foto Curva Sud

Is Arenas: Curva Sud

foto Curva Nord

Is Arenas: Curva Nord

foto Distinti

Is Arenas: Distinti

Le tribune Dalmine sono state smontate, portate via dal Sant’Elia e rimontate nell’area del vecchio stadio di Quartu Sant’Elena. La giunta comunale ha deliberato a tempi di record, le società sportive che si appoggiavano all’impianto quartese sono state “smistate” in altre strutture nell’hinterland.

Il cantiere appariva così pochi giorni prima di ferragosto: un muro di tubi e impalcature visibili dalla strada. Una struttura che pare precipitata in mezzo a un quartiere, a ridosso di un’area naturalistica (Parco di Molentargius). Della struttura definitiva manca il cosiddetto “Main Stand” (la cara vecchia Tribuna Centrale per chi è nato nel secolo scorso) così come si possono solo immaginare le infrastrutture esterne allo stadio, i parcheggi, le vie di fuga.

L’idea è fare di tutto per giocare nel nuovo impianto il 2 settembre contro l’Atalanta, anche con soluzioni temporanee (in un progetto che è esso stesso temporaneo) come l’utilizzo del vicino Palazzetto dello Sport per spogliatoi e assistenza alle squadre.

Proprio oggi (28 agosto), la Cagliari Calcio S.p.A. ha comunicato l’interruzione della campagna di rinnovo degli abbonamenti: le autorità competenti non hanno concesso l’agibilità. Della gara con l’Atalanta non si sa ancora nulla: si giocherà a Quartu a porte chiuse o con afflusso ridotto? Si giocherà a Trieste, e quando?

 

foto Bimbi Curiosi

Is Arenas: Bimbi curiosi

Intorno al cantiere si radunano i curiosi. Abitanti del quartiere contenti di avere il Cagliari sotto casa, qualche tifoso perplesso, bambini che si arrampicano sul muro per vedere meglio l’erba.

Un signore coi baffi si avvicina e fa: “Voi non potete ricordarlo, ma a noi le tribune di ferro hanno già portato fortuna”

 

Testo di Fabrizio Demontis [su Twitter è @j0hngr4dy]
Tutte le foto sono di: Lucia Cossu

È disponibile in download il PDF con tutte le foto ad alta risoluzione.

Linkografia

Gli stadi su Wikipedia:

Discussioni sul Cagliari e sugli stadi:

5 commenti su Tribune alberate, gradoni, tubi di ferro: gli stadi del Cagliari

      1. johngrady Autore del post

        Ho provato a inserirla direttamente nel commento come link ma “sbordava” rispetto alla cornice.
        La foto è bella e mostra l’esterno del campo, quella di Lucia invece è stata scattata all’interno dell’Amsicora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>