Wu Ming

Wu Ming
(Bologna 1999)

Wu Ming è un collettivo di scrittori nato all’interno del progetto Luther Blissett. Proprio con questo pseudonimo viene pubblicato il primo romanzo, Q, nel 1999. Dall’uscita di questa prima opera il collettivo è diventato un punto di riferimento per un grande pubblico di lettori e ha assunto il nuovo nome di Wu Ming, pur rimanendo fedele allo spirito di Luther Blissett. Per questo motivo tutte le sue opere vengono pubblicate con licenza Creative Commons e la loro promozione avviene esclusivamente attraverso librerie, radio, festival che rimangono fuori dai grandi circuiti dell’industria culturale. 

Tra le altre opere di Wu Ming ci sono i romanzi Asce di guerra (scritto con Vitaliano Ravagli), 54, Manituana, Altai e la sceneggiatura del film Lavorare con lentezza. Singolarmente, i vari membri hanno pubblicato diversi romanzi, saggi, audiolibri, oggetti narrativi non identificati e preso parte a svariati progetti letterari o musicali. Alla base di ogni loro opera c’è l’intento di proporre al lettore uno sguardo obliquo sugli eventi, uno sguardo “dai margini”. I personaggi, anche quando potrebbero essere comunemente chiamati “eroi”, sono sempre “eccentrici”, ovvero agiscono entrando di traverso nell’azione, senza esserne il fulcro, appunto, eroico.

Il collettivo ha anche fondato una newsletter, Giap, poi trasformatasi in un blog, che è ora un importante luogo di discussione in cui si parla, soprattutto, di rivoluzione. Su Giap è comparso il post “Il Socrate brasiliano nell’Italia degli anni ‘80”, in cui i tre anni trascorsi da Socrates al Corinthians vengono definiti come la “democrazia corinthiana”: “una squadra autogestita, come i centri sociali, come la ex Jugoslavia, una squadra in cui i giocatori partecipano di tutte le decisioni tecniche e in cui ad essere mandato in ritiro, se è il caso, è l’allenatore.“

Il collettivo sta attualmente lavorando a un romanzo su Robespierre e sul periodo rivoluzionario seguito al 1789.

Le perfette parabole delle punizioni lanciate dal team di Futbologia hanno convinto Wu Ming a partecipare al progetto.

I libri di Wu Ming su Anobii:

Q
Asce di guerra
54
Giap!
Manituana
Grand River
Previsioni del tempo
American Parmigiano
New Italian Epic
Altai
Anatra all’Arancia Meccanica

8 commenti su Wu Ming

  1. il console

    ma il Luther di cognome Blissett non è con due “t”?!
    o è una licenza poetica? ;-)
    ottima idea questa di futbologia!
    entrate in campo e sparpagliatevi…
    daje!!

    Rispondi
  2. xho

    Il processo di copyediting e peer review degli articoli va evidentemente migliorato. Poi proprio su Blissett e i WM canniamo!

    – E allora tutti a fare i gradoni!
    – ma ancora Mister…
    – si, ancora.
    Sshhh… oh, lo ammazziamo?

    Rispondi
  3. paola ferrante

    Quindi quest’estate non avrò un nuovo stupendo romanzo da leggere e rileggere che mi conforti dal caldo e dalle vacanze che non si fanno perchè non ci sono soldi!Fate presto,io e i miei amici siamo in crisi d’astinenza!

    Rispondi
  4. Pingback: Futbologia – Il pallone al cubo | appuntitaleo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>